Fave Bio

Considerato un cibo povero, ma oggi una delizia, da provare con il formaggio!

Verdura
1 sacchetto
(ca. 500 gr)
1,95 €

Proprietà e benefici


Fresche o secche le fave, dette anche la carne dei poveri, sono ricche di importanti nutrienti come proteine, ferro e fibre. Le proteine le rendono un buon sostituto della carne e le fibre aiutano a depurare l’intestino e a contrastare la stitichezza.


Periodo e stagionalità


La raccolta delle fave avviene in primavera, periodo dell’anno in cui possono essere consumate anche crude, soprattutto quelle più tenere. Il resto dell’anno si possono comunque trovare in quanto seccandole si conservano molto facilmente.


Consigli e curiosità


Le fave, cotte o crude hanno molteplici utilizzi nelle nostre cucine. Possono essere consumate con pasta o altri cereali come il riso o il farro. Frullate costituiscono un’ottima base per burger vegetali e polpette. Un antipasto molto conosciuto è quello con fave e il pecorino: si taglia a dadini il formaggio e lo si aggiunge alle fave sbucciate, condendo il tutto con olio, sale e pepe.


Dopo averle acquistate, se fresche, è consigliabile consumarle dopo qualche giorno per evitare che si induriscano troppo. Se non volete mangiarle subito possono essere essiccate o congelate.