Pictor Vai alla descrizione

Pictor

Aromatiche, Verdura

Scopri i prodotti

La cooperativa Pictor è stata fondata 25 anni fa a Budrio da alcuni operatori del Centro di Salute Mentale in seguito alla chiusura dei manicomi di stato. Nei primi anni di attività la cooperativa si occupava principalmente di riabilitazione di persone incapaci di vivere un contesto lavorativo. Negli anni la crescita della cooperativa ha portato ad ampliare i servizi ideando progetti di reinserimento lavorativo paralleli al percorso di cura. Nascono così i progetti di manutenzione del verde, servizi di pulizie, di tutela dell’ambiente fino ad arrivare - 3 anni fa - alla creazione di un piccolo settore dedicato all’agricoltura biologica. L’attenzione e la cura per il sociale per Pictor va di pari passo con l’attenzione e il rispetto per l’ambiente. Pictor coltiva orticole biologiche stagionali: insalate peperoni, melanzane, pomodori, patate, ceci e zucchine.

I prodotti

Piantina di Basilico

Piantina di Basilico

Basilico "Profumo di Libertà"

Cipollotto Fresco

Cipollotto Fresco

Il cipollotto è un ortaggio nato in Cina più di duemila anni fa, viene prodotto dalla maturazione incompleta della cipolla. Il cipollotto ha la caratteristica forma allungata con foglie verdi alla sommità e base bianca appena rigonfia. È un ottimo ingrediente per ogni nostro piatto da primi a secondi, ma è noto anche per i molteplici effetti benefici. È utile per insaporire piatti leggeri e delicati o per accompagnare pietanze dal sapore deciso. Una dieta che contenga cipollotti è in grado di aiutare le funzioni diuretiche del nostro organismo, può agevolare lo smaltimento del colesterolo cattivo e la regolazione della pressione arteriosa.

Patate Blu

Patate Blu

Originaria delle Ande la patata è l’alimento più coltivato e consumato al mondo, la sua origine si fa risalire al 3000 a.C. Le patate blu sono meno diffuse delle classiche dalla buccia marroncina, però sono molto nutrienti. Infatti contengono più antiossidanti delle patate comuni. I pigmenti, che conferiscono il particolare colore scuro alla patata blu, sono della classe degli antociani, queste sostanze sono considerate un elisir di salute e giovinezza. Infatti sono in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare. Le patate blu sono molto versatili in cucina e possono sostituire la patata classica in ogni piatto.

Peperoni

Peperoni

I peperoni sono originari dell’America settentrionale e delle Antille, arrivano in Europa nella seconda metà del 1500. Il nome “peperone” deriva dalla vicinanza del suo sapore con quello del pepe. E’ un tipico ortaggio estivo ormai diffuso nelle coltivazioni e nelle cucine di tutto il mondo sotto forma di peperonata siciliana, gazpacho spagnolo, fajitas messicane e così via. Un vero e proprio ortaggio internazionale, coloratissimo e ricco di proprietà! Il peperone contiene infatti moltissima vitamina C (quattro volte di più degli agrumi), sali minerali, potassio ma anche ferro, magnesio e calcio. Ha proprietà antiossidanti, diuretiche e svolge una funzione di prevenzione dai radicali liberi.

Scalogno

Scalogno

Lo scalogno è originario dell’antica Palestina e viene utilizzato in cucina da millenni, sembra che i Romani ne fossero grandi consumatori. Lo scalogno ha dimensioni minori della cipolla e una forma allungata. È ricco di vitamine A, del gruppo B, C e sali minerali. Contiene antiossidanti ed è un alimento antitumorale, aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo, inoltre è utile per la salute di unghie e capelli. Lo scalogno può essere consumato crudo o cotto. Il suo sapore viene considerato come una via di mezzo fra aglio e cipolla, ma è più delicato di entrambi. Può essere utilizzato come ingrediente in antipasti, primi e secondi piatti.

Spinacio indiano

Spinacio indiano

Dall’India meridionale, dove è originario, lo spinacio del Malabar si è di uso nelle coltivazioni di molti altri Paesi del sud-est asiatico e dell’Africa, portando in cucina e sulla tavola un ortaggio ricco di vitamine (A e C su tutte) e bre solubili, perfetto in insalata o in minestre invernali.